Cambiare nome e cognome

Cambiare nome e cognome

La legge (Decreto del Presidente della Repubblica 03/11/2000, n. 396, così come modificato dal Decreto del Presidente della Repubblica 13/03/2012, n. 54) disciplina la procedura utile per la modifica del proprio nome.

Tutti i cittadini italiani che vogliono cambiare il cognome o aggiungere al proprio un altro cognome devono farne richiesta al prefetto della provincia del luogo di residenza esponendo le ragioni della domanda.

Il Decreto del Presidente della Repubblica 13/03/2012, n. 54, art. 2, sostituendo il Decreto del Presidente della Repubblica 03/11/2000, n. 396, art. 89, com. 1, stabilisce che:

Salvo quanto disposto per le rettificazioni, chiunque vuole cambiare il nome o aggiungere al proprio un altro nome ovvero vuole cambiare il cognome, anche perché ridicolo o vergognoso o perché rivela l’origine naturale o aggiungere al proprio un altro cognome, deve farne domanda al prefetto della provincia del luogo di residenza o di quello nella cui circoscrizione è situato l’ufficio dello stato civile dove si trova l’atto di nascita al quale la richiesta si riferisce. Nella domanda l’istante deve esporre le ragioni a fondamento della richiesta.

Requisiti soggettivi

Il procedimento per il cambio del nome (e/o del cognome) vale solo per i cittadini italiani.

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Certificati e documenti
Ultimo aggiornamento: 22/04/2022 15:27.36